DOVE IMPARARE LO SPAGNOLO?

È difficile scegliere una scuola dove imparare lo spagnolo in Spagna, sì, molto difficile.

Non solo esistono tantissime città interessanti e attraenti, ma anche tantissime scuole che offrono gli stessi servizi.

Sono tutte destinazioni eccellenti? Vuoi imparare lo Spagnolo in qualsiasi scuola? Le attività che offrono sono sempre le stesse?

Evidentemente no. C’è molta offerta sia come città sia come scuole.

Grazie alla nostra comprovata esperienza, forniamo alcuni parametri per ridurre al minimo il rischio e di scegliere la migliore scuola di spagnolo per te (perché ognuno di noi ha particolari esigenze!).

Cominciamo…

1.- Tempo

Sapete per quanto tempo volete fare il vostro corso di spagnolo?

Non è la stessa cosa per un corso di lunga durata (per esempio per più di 3-4 settimane) o per un corso breve durata (per esempio 1-2 settimane).

Se le tue intenzioni sono di seguire un corso di lunga durata, ti consigliamo di non scegliere città di 500.000 abitanti. Le città con questa caratteristica in Spagna sono Madrid, Barcellona, Valencia, Sevilla, Zaragoza e Malaga. Semplicemente perché l’offerta culturale che le città piccole possono offrirti sono poche e quindi un corso di più settimane può rivelarsi stancante.

Di sicuro, se ti piace un ritmo tranquillo, la scelta giusta sarebbe quella di scegliere una città piccola, però a nostro avviso è bene che si modifichino le abitudini e si scoprano cose nuove… al fine di realizzare un’esperienza indimenticabile!

Bisogna tener ben presente che il costo della vita nelle due città più grandi della Spagna (Madrid e Barcellona) è molto elevato, soprattutto a Barcellona, dove i trasporti e i fitti possono superare di 30-40% le altre città.

Al contrario, con soggiorni brevi le possibilità aumentano, però attenzione, perché ci sono città turistiche molto belle che basta un week end per poterle conoscere (soprattutto Castilla, la zona centrale della Spagna, ovvero: Salamanca, Toledo, Leon ecc.).

2.- Periodo

Sapete quando volete venire? Non è la stessa cosa venire in inverno o estate. Nel nord (Bilbao, San Sebastián, Santiago ecc.) e nel centro della Spagna (Madrid, Salamanca, Valladolid ecc.) fa molto più freddo del sud (Sevilla, Córdoba, Granada ecc.) e della parte est (Barcelona, Valencia, Alicante ecc.).

I mesi invernali, nel nord e nel centro, sono dalla fine da novembre a marzo, mentre nel resto della Spagna sono da dicembre a febbraio.

È importante sottolineare che non abbiamo mai temperature sotto lo 0 °C, sebbene nella zona del centro si possono avere abbondanti nevicate e gelo nei mesi di gennaio e febbraio. Nel nord è più difficile, perché città costiere.

Nel sud e nell’est è raro che si abbiano ghiaccio e neve, ad eccezione di Granada che si trova ai piedi di un’importante catena montuosa.

D’altra parte, i mesi estivi sono miti sulla costa, sia del nord – sud – est della Spagna, ma molto secco e molto caldo nella Spagna centrale e meridionale, specialmente in città che non hanno spiaggia (Madrid, Salamanca, Cordoba, Siviglia ecc.). Nei mesi di luglio e agosto, dalle 13.00 alle 18.00, tutto quello che puoi fare, è andare in una piscina o in una cattedrale (da sempre il posto più fresco!). Di solito, la gente del posto preferisce fare un pisolino in queste ore (se il lavoro lo permette, ovviamente).

Quindi, la nostra raccomandazione è di scegliere una città sulla costa (evitando il nord d’inverno), dove le temperature sono sempre più agiate e poi ci sono le spiagge (dove c’è molta vita!). Secondo i nostri criteri, Malaga e Valencia sono le città che sentiamo di consigliarvi su tutto il territorio spagnolo.

3.- La scelta della Scuola di Spagnolo

È tipico dire… ho trovato almeno 10 scuole nella città dove voglio andare. Qual è la migliore? Difficile scegliere!

Vediamo…

3.A – Le scuole accreditate dall’Istituto Cervantes, per poter avere il “passaporto all’insegnamento” devono avere rigorosi parametri e una continua supervisione da parte di esso. Le scuole accreditate ufficialmente in tutta la Spagna sono quasi 100, pero grazie ai nostri consigli dati in precedenza, l’elenco si riduce.

3.B La nostra raccomandazione è di non scegliere le scuole che offrono la possibilità di scegliere diverse scuole in più città. Perché? È molto facile…

Queste catene di scuole hanno grandi interessi commerciali in tutto il mondo e le loro campagne marketing sono fondamentali… c’è solo una buona gestione. Il loro obiettivo è di puntare ad avere quanti più alunni possono. La principale differenza è che, nelle scuole medio-piccole, il direttore è l’unico proprietario e siccome è l’unico responsabile, avrà di sicuro molta più flessibilità sulle richieste da parte degli alunni. Questo significa che se la scuola appartiene a un gruppo di 5,10 0 30 scuole in tutto il mondo, gli ordini di gestione vengono dall’alto e quindi non hanno capacità di decisione nell’ottemperare le richieste degli alunni.

Non vi sembra logico? Ci teniamo a ricordarvi che questi sono solo parametri basati sulla nostra esperienza personale… ovviamente si tratta di opinioni soggettive.

3.C Beh, non ci sono molte scelte, giusto?

Adesso, le ultime raccomandazioni:

C.1.- Devono comparire foto della scuola sulla pagina web. Spesso sui siti delle scuole non ben equipaggiate, di solito situate in appartamenti vecchi senza ascensori, non troverete molte foto. Sui loro siti la maggior parte delle volte ci sono foto esterne dell’intero edificio, molte foto della città e al massimo una foto della scuola molto generica. Prestate molto attenzione a questo!

C.2. – Sono presenti sui social-network? Sono presenti su Facebook, Google+? Hanno molti fans?

Molte volte sono gli stessi studenti della scuola che desiderano lasciare un commento riguardo alla propria esperienza o semplicemente rimanere in contatto con loro per non dimenticare la fantastica esperienza fatta… Hai mai pensato che potresti chiedere direttamente a loro consigli sulla scuola?

Spesso i vecchi alunni ti possono aiutare a fare la scelta giusta!

Non sottovalutare questi consigli, sia per la città che per la scuola dove imparare lo spagnolo.

In conclusione, si tratta di un investimento nella tua formazione, per questo vi suggeriamo di prestare particolare attenzione.

Di sicuro lo apprezzerete in futuro. Buona fortuna nella scelta della scuola!